MARATONA TUM: RACCONTI

Panel
H

Evento gratuito con prenotazione

Casa degli Artisti

Domenica 24 ottobre 2021, TUM Festival del Turismo Musicale si trasferisce a Milano presso Casa degli Artisti per una giornata dedicata a tutti gli appassionati di musica e viaggi con incontri, tour immersivi e in loco per esplorare l’Italia grazie ai festival, tradizioni popolari, grandi personaggi e storie nascoste.

𝗗𝗮𝗹𝗹𝗲 𝟭𝟭.𝟯𝟬 𝗮𝗹𝗹𝗲 𝟭𝟴.𝟬𝟬 una 𝗺𝗮𝗿𝗮𝘁𝗼𝗻𝗮 𝗺𝗼𝗱𝗲𝗿𝗮𝘁𝗮 𝗱𝗮 𝗗𝗮𝗺𝗶𝗿 𝗜𝘃𝗶𝗰 per scoprire nuove idee di viaggio in Italia grazie alla musica:

𝗥𝗔𝗖𝗖𝗢𝗡𝗧𝗜 𝟭𝟱:𝟯𝟬 – 𝟭𝟴:𝟬𝟬

Un viaggio in Italia da Nord a Sud attraverso i boutique festival più innovativi e le scene musicali più interessanti d’Italia: dall’Emilia rock e underground alla nuova scuola rap genovese, dal Napoli Sound alle tradizioni della Basilicata. 

𝘊𝘰𝘯 𝘪 𝘳𝘢𝘤𝘤𝘰𝘯𝘵𝘪 𝘥𝘪: 𝘔𝘢𝘹 𝘊𝘰𝘭𝘭𝘪𝘯𝘪 𝘦 𝘎𝘪𝘢𝘯𝘭𝘶𝘤𝘢 𝘔𝘰𝘳𝘰𝘻𝘻𝘪 (𝘌𝘮𝘪𝘭𝘪𝘢), 𝘈𝘭𝘪𝘰𝘴𝘤𝘪𝘢 𝘉𝘪𝘴𝘤𝘦𝘨𝘭𝘪𝘢 (𝘖𝘱𝘦𝘯 𝘚𝘰𝘶𝘯𝘥 𝘍𝘦𝘴𝘵𝘪𝘷𝘢𝘭 𝘦 𝘭𝘢 𝘉𝘢𝘴𝘪𝘭𝘪𝘤𝘢𝘵𝘢), 𝘍𝘳𝘢𝘯𝘤𝘦𝘴𝘤𝘰 𝘈𝘣𝘢𝘻𝘪𝘢 (𝘕𝘢𝘱𝘰𝘭𝘪 𝘚𝘰𝘶𝘯𝘥), 𝘎𝘪𝘰𝘷𝘢𝘯𝘯𝘢 𝘛𝘢𝘯𝘻𝘢𝘳𝘦𝘭𝘭𝘢 𝘦 𝘍𝘳𝘢𝘯𝘤𝘰 𝘉𝘰𝘤𝘤𝘢 𝘎𝘦𝘭𝘴𝘪 (produttori de 𝘭𝘢 𝘕𝘶𝘰𝘷𝘢 𝘚𝘤𝘶𝘰𝘭𝘢 𝘎𝘦𝘯𝘰𝘷𝘦𝘴𝘦), 𝘓𝘶𝘤𝘳𝘦𝘻𝘪𝘢 𝘔𝘶𝘴𝘤𝘪𝘢𝘯𝘪𝘴𝘪 (𝘐𝘵𝘢𝘭𝘪𝘢𝘯 𝘔𝘶𝘴𝘪𝘤 𝘍𝘦𝘴𝘵𝘪𝘷𝘢𝘭𝘴).

SPEAKER

Max Collini

Musicista

Leggi bio

Max Collini (all’anagrafe Massimiliano, classe 1967, ariete, celibe) è stato per circa undici anni la voce narrante e l’autore dei testi degli Offlaga Disco Pax, collettivo neosensibilista di Reggio Emilia in cui ha militato dalla sua fondazione avvenuta nel 2003 fino allo scioglimento, seguito alla dolorosa scomparsa di Enrico Fontanelli nel 2014. Con gli ODP ha pubblicato tre album, tra cui il pluripremiato esordio “Socialismo Tascabile” (Santeria/Audioglobe), uscito nel 2005 e tra i dischi più influenti della scena indipendente italiana degli anni zero, e collezionato oltre quattrocento concerti. Dopo la fine dell’esperienza con gli Offlaga Disco Pax ha iniziato a collaborare continuativamente con Jukka Reverberi dei Giardini di Mirò nel duo “Spartiti”, di cui è uscito un album nel 2016 (Austerità – Woodworm label) e un Ep nel 2017 (Servizio d’ordine, sempre su Woodworm) e con il poeta e scrittore reggiano Arturo Bertoldi negli spettacoli di letture “Via Toschi 23”. Per tutto il 2018 è stato in tour con i monologhi “Dagli Appennini alle Ande”, dove ha macinato quasi cinquanta date tra teatri, club, circoli e altri luoghi di aggregazione di varia natura. Tra le sue collaborazioni come ospite sia dal vivo che su disco trovate anche Lo Stato Sociale, gruppo attualmente molto in voga tra le giovani generazioni (le prove di quanto affermato le trovate sull’internet). Ha partecipato in questi anni, sempre come ospite, a diversi concerti del tour per i trent’anni di Ortodossia dei Cccp con Massimo Zamboni e ai concerti dedicati ai 25 anni di Epica Etica Etnica Pathos dei post-CSI ed è stato uno dei protagonisti dello spettacolo teatrale/musicale I SOVIET + L’ELETTRICITA’, dedicato ai cento anni della Rivoluzione d’Ottobre, spettacolo scritto da Massimo Zamboni dei Cccp/CSI. Tra il 2019 e il 2021 (quando possibile) Max è in tour con un nuovo spettacolo intitolato “Max Collini legge l’indie”, dove reinterpreta alla sua maniera la nuova scena italiana di questo decennio: da Coez a i Cani, da Lo Stato Sociale a Calcutta, dai Coma_cose a Young Signorino. Una specie di stand-up comedy grazie alla quale è stato ospite in diverse occasioni a “Propaganda live” su La7 anche di recente. Collini da anni sta pensando di scrivere un romanzo, ma ancora non se ne è saputo niente.

FB:@maxcollini
IG:@maxcollini

Gianluca Morozzi

Scrittore

Leggi bio

Gianluca Morozzi è nato a Bologna nel 1971. Ha esordito nel 2001 con Despero
(Fernandel), al quale hanno fatto seguito 37 romanzi e più di duecentocinquanta racconti.
Tra le sue uscite Blackout, (Guanda), dal quale è stato tratto il film omonimo.
Gli ultimi titoli sono, Dracula ed io (TEA), Andromeda (Giulio Perrone Editore),
Starhammer il Distruttore (Gallucci), Prisma (TEA).

È autore del libro Emilia, o la dura legge della musica (TEA). Una storia recente dell’Emilia, dei suoi costumi e delle sue abitudini di vita, raccontata attraverso la musica popolare e i suoi protagonisti.

«Un itinerario musical-antropologico breve ma denso di aneddoti gustosi.» – Il Mangialibri

Com’è possibile arrivare a suonare per folle oceaniche partendo da Zocca o da Correggio? Com’è possibile che un gruppo chiamato Consorzio Suonatori Indipendenti conquisti la vetta delle classifiche? Com’è possibile che gli Skiantos cantino in rima baciata sullo sfondo dei carri armati nelle strade di Bologna? O che un appassionato di roots rock americano scopra di conoscere a memoria tutte le canzoni dei Nomadi? Questo è un libro che parla di miracoli emiliani, ma anche dei miracoli mancati, come il chitarrista beat dalle geniali intuizioni che viene sempre anticipato dall’Equipe 84 e dai Corvi, e di tutti i gruppi relegati a suonare su quattro assi di legno vicino ai binari della ferrovia. Un viaggio lungo quarant’anni segnato dalla via Emilia, al seguito dei Nomadi, dei CCCP, dei Modena City Ramblers, di Vasco Rossi, di Francesco Guccini, di Ligabue, degli Skyantos e di quelli che sono i loro potenziali eredi, a metà tra saggio e racconto semiserio. Con i dialoghi su Lucio Dalla e Luca Carboni insieme a una ragazza dalle curiose abitudini amatorie, nel cuore di una notte tempestosa…

FB:@gianlucamorozzi
IG: @gianlucamorozzi

ALIOSCIA BISCEGLIA

Direttore Artistico Open Sound

Leggi bio

OPEN SOUND:
Open Sound Festival di suoni antichi di millenni che incontrano beat elettronici.

ALIOSCIA BISCEGLIA:
Project leader Casino Royale / Direttore Artistico Open Sound Festival
1968 è il giorno, il mese e l’anno di nascita di Alioscia Bisceglia, project leader della band Casino Royale formatasi a Milano nel 1987. Cresce in periferia e guarda a quello che succede per le strade della città con estrema attenzione, attirato dal fenomeno delle bande giovanili. Frequenta l’Istituto Statale d’Arte di Monza, studiando Design dell’Ambiente, si iscrive alla Facoltà di Architettura e contemporaneamente comincia a raccogliere i primi risultati positivi con il progetto musicale. Nel 1991 occupa e riapre a lo spazio dell’ex Cinema Zara nel quartiere popolare dell’Isola trasformandolo e rinominandolo “Garigliano Social Club”. Gestirà collettivamente questo spazio “autogestito” polifunzionale, facendolo divenire un punto di riferimento per attività culturali e luogo di aggregazione per città di Milano. Il lavoro discografico negli anni novanta vede dare alla luce tre album (Dainamaita, Sempre più Vicino, CRX) e l’apertura di un etichetta discografica Royality Records. Nel 2001 inizia a collaborare con il brand Red Bull come responsabile per l’Italia del progetto marketing culturale e di formazione legato alla musica Red Bull Music Academy, ruolo che ricoprirà sino al 2007. Insieme ad un gruppo di altri operatori culturali e promoter della città fonda il collettivo ELITA che progetta e sviluppa format per l’intrattenimento musicale e culturale per il pubblico e per le aziende. Il collettivo diventa da subito punto di riferimento per una grossa comunity cittadina. Assume il ruolo “direttore della programmazione musicale” per l’emittente televisiva in chiaro ALL MUSIC del gruppo l’Espresso, ruolo che ricoprirà successivamente sino al 2015 nel media DEEJAY TV, sviluppando format e programmi televisivi e collaborando alla produzione di branded content con diverse aziende. Continua con Elita ad operare come connettore e direttore artistico su molteplici progetti, sua é la direzione artistica del Red Bull Culture Clash nell’edizioni del 2014 e del 2017 e la paternità del format Milano Trasmette Milano. Sta al momento lavorando dopo un periodo di pausa e riflessione a nuove produzioni musicali con il progetto Casino Royale ed è partner del progetto di narrazione fotografica su città di Milano “Perimetro”.

WEBSITE: opensoundfestival.eu
FB: @alioscia.bisceglia
IG: @aliosciabisceglia

Francesco Abazia

Scrittore

Leggi bio

Francesco Abazia è un autore napoletano, orgoglioso di essere nato in quello che viene definito “Centro Storico” nel 1991. Lavora come project manager in una creative media agency, nss factory, e ha fondato BRANDNAPOLI, una sorta di movimento per la celebrazione della bellezza della cultura napoletana. Studia ed è affascinato da tutto ciò che riguardi la black culture, di cui ha scritto su diverse testate come Il Foglio, Esquire, Rivista Studio e Rolling Stone.

Racconterò il Napoli Sound e in particolar modo il pezzo con cui ho contribuito a The Passenger. L’articolo parla del rapporto tra la musica napoletana e quella afroamericana, che parte dalla guerra e continua nei ghetti.

NAPOLI, THE PASSENGER : @iperborea.com
FB: @francescoabazia
IG: @francescoabazia
LN: @francescoabazia

Giovanna Tanzanella

Responsabile di distribuzione “La nuova scuola genovese”

Leggi bio

LA NUOVA SCUOLA GENOVESE
Izi, Tedua, Bresh, Nader, Disme, Guesan, Vaz Tè, Ill Rave e altri. Alcuni raffinati, altri più scanzonati. Tutti liguri. Tutti rapper con un fuoco dentro e una consapevolezza più profonda rispetto ad altri. Sono loro attualmente la voce di Genova, fra contraddizioni, difficoltà, miserie, bellezze e risorse. Dietro a loro si è formata una schiera di giovani che sognano. Sono questi rapper la “Nuova scuola genovese”. Da Gino Paoli, Luigi Tenco e Fabrizio De André, fino a Tedua e Izi. Il loro è un combattere quotidiano, con in mano solo le proprie rime, che è riuscito a ribaltare destini contrari, proprio come hanno fatto i cantautori del passato. Il ponte di collegamento fra ciò che è stato e ciò che è deve per forza partire da Genova, perché è nella città della Lanterna che tutto ha avuto inizio.

La Nuova Scuola Genovese è disponibile online, in anteprima assoluta, su Streen.org dal 22 al 29 Ottobre insieme agli altri film della rassegna di Tum Festival del turismo musicale.

GIOVANNA TANZANELLA
Responsabile acquisizioni di Zenit Distribution e amministratrice delle società Gagarin e
Produzioni Format. Giovanna Tanzarella opera nel settore da oltre 15 anni. Prima di arrivare in
Zenit, ha lavorato per oltre sette anni in Twelve Entertainment nel ruolo di responsabile
acquisizione e vendite e, precedentemente, altri nove anni come Head of Acquisitions in
Multivision.

WEBSITE: la-nuova-scuola-genovese.com
FB: @lanuovascuolagenovese
IG: @lanuovascuolagenovese_docufilm

Franco Bocca Gelsi

Produttore creativo de “La nuova scuola genovese”

Leggi bio

LA NUOVA SCUOLA GENOVESE
Izi, Tedua, Bresh, Nader, Disme, Guesan, Vaz Tè, Ill Rave e altri. Alcuni raffinati, altri più scanzonati. Tutti liguri. Tutti rapper con un fuoco dentro e una consapevolezza più profonda rispetto ad altri. Sono loro attualmente la voce di Genova, fra contraddizioni, difficoltà, miserie, bellezze e risorse. Dietro a loro si è formata una schiera di giovani che sognano. Sono questi rapper la “Nuova scuola genovese”. Da Gino Paoli, Luigi Tenco e Fabrizio De André, fino a Tedua e Izi. Il loro è un combattere quotidiano, con in mano solo le proprie rime, che è riuscito a ribaltare destini contrari, proprio come hanno fatto i cantautori del passato. Il ponte di collegamento fra ciò che è stato e ciò che è deve per forza partire da Genova, perché è nella città della Lanterna che tutto ha avuto inizio.

La Nuova Scuola Genovese è disponibile online, in anteprima assoluta, su Streen.org dal 22 al 29 Ottobre insieme agli altri film della rassegna di Tum Festival del turismo musicale.

FRANCO BOCCA GELSI
Franco Bocca Gelsi produce dal 2002. Film: Fame Chimica, L’Estate d’Inverno, Fuga dal Call
Center, La Festa, Il Cerchio Rotto, Blind Maze. Documentari: l’Importanza di essere scomodo
Gualtiero Jacopetti di A.Bettinetti, Linea Rossa, La via del Ring, l’Ultimo Pastore, Treno di
Parole, Pro Recco di B. Platania, La Nuova Scuola Genovese. Ha insegnato alla Luchino
Visconti di Milano, Al Centro Sperimentale Lombardo, alla N.AB.A. e allo IULM. E’ presidente di
CNA Cinema e Audiovisivo Lombradia.
In sviluppo Jack Savoretti, L’Istrice, Gli Assenti, Bulli, La Saponificatrice di Correggio.

WEBSITE: la-nuova-scuola-genovese.com
FB: @lanuovascuolagenovese
IG: @lanuovascuolagenovese_docufilm

Lucrezia Muscianisi

Consiglio direttivo di Italian Music Festivals e Presidente di Mish Mash Festival

Leggi bio

ITALIAN MUSCI FESTIVALS
Italian Music Festivals è l’associazione che mette in rete, rappresenta e promuove 18 festival italiani di musica contemporanea e attuale, dal jazz all’elettronica, dalla musica black all’EDM. Nata nel 2015 a Bologna, Italian Music Festivals è una realtà associativa che fissa obiettivi comuni e lavora per la crescita dell’industry. L’associazione favorisce il networking tra i festival e la diffusione di best practice e conoscenza legate a tematiche importanti, non solo dal punto di vista artistico, ma anche manageriale ed organizzativo.

LUCREZIA MUSCIANISI
Sono un architetto e progettista culturale libero professionista.
Collaboro dal 2020 con 5Vie Art & Design Milano per cui sono assistente di produzione e
responsabile scrittura e progettazione bandi. Dal 2016 direttrice creativa e generale del
Mish Mash Festival e fondatrice dell’Associazione Culturale Mosaico, di cui sono Presidente dal 2018, sviluppandone e coordinandone da sempre i progetti e il network.
Dal 2012 faccio inoltre parte del Collettivo Mi_lab, diventata ETS nel 2020, dove mi occupo
di progettualità culturale e urbana. Durante il la pandemia Covid-19 ho contribuito alla
fondazione di Sicilia Festivals, rete dei Festival siciliani, in quanto rappresentante del MMF e da dicembre 2020 sono membro del consiglio direttivo di Italian Music Festival, rete dei
festival di musica nazionali.
Mi sono occupata di progettazione e coordinamento eventi e strategie di comunicazione per Palazzo Butera a Palermo nel 2019. Dal 2015 al 2018 ho collaborato con diversi studi di architettura.
Laureata in architettura dopo un progetto Erasmus a cavallo tra Parigi e Valencia, nel 2018 ho deciso, dopo le esperienze all’interno di associazioni e organizzazioni di eventi di
approfondire il mondo della progettazione culturale, masterizzandomi in Progettare
Cultura: Arte, Design e Imprese Culturali.

ITALIAN MUSIC FESTIVALS: italianmusicfestivals.com
FB:@lucreziamuscianisi
IG:@lucreziamuscianisi
LN: @lucreziamuscianisi

MODERATORE

Damir Ivic

Giornalista (Soundwall, TRX Radio, Billboard Italia)

Leggi bio

Giornalista musicale dalla fine degli anni ’90 (storica firma di Mucchio Selvaggio ed Aelle Magazine), scrive oggi per Soundwall, Billboard Italia e altre testate e lavora in voce in radio (TRX, Soundzrise) oltre a fare da consulente per vari brand in tutto ciò che è intersezione fra musica, clubbing, eventi e scrittura. La sua vera musica d’elezione è il jazz, la sua vera passione sono calcio e basket europeo: non ne ha scritto quasi mai.

FB: @damirivic
IG: @damirivic